FINANZAEINVESTIMENTI.IT - Il sito di informazione e analisi finanziara indipendente -

Ricerca lavoro impiegati finanziari

ZFU Lombardia: prorogate le agevolazioni al 31.12.2017

Vota questo articolo
(1 Vota)

Sisma ZFU LombardiaIl D.L. n. 50/2017 convertito ha prorogato sino al prossimo 31.12.2017, le agevolazioni previste dai commi 445-453 dell’art. 1 della Legge n. 208/2015 per la Zona Franca Urbana (ZFU) in Lombardia, in relazione ai territori colpiti dal Sisma del 20 e 29 maggio 2012, con zone rosse nei centri storici. La perimetrazione delle aree interessate dall’intervento è riportata, con maggiore precisione, nelle delibere adottate dalle rispettive Amministrazioni comunali. L’agevolazione in parola consiste:

 

  • nell'esenzione dalle imposte sui redditi del reddito derivante dallo svolgimento dell'attività svolta dall'impresa nella ZFU fino a concorrenza dell'importo di 100.000,00 euro del reddito derivante dallo svolgimento dell'attività svolta dall'impresa nella ZFU;
  • nell'esenzione dall'IRAP del valore della produzione netta derivante dallo svolgimento dell'attività svolta dall'impresa nella ZFU nel limite di euro 300.000,00, riferito al valore della produzione netta;
  • nell'esenzione dall'IMU per gli immobili siti nella zona franca, posseduti e utilizzati per l'esercizio dell'attività economica.

 

Le agevolazioni previste per la ZFU sono invocabili dal contribuente interessato previa compilazione e trasmissione di apposita istanza, i cui criteri di accesso, modalità e termini di presentazione verranno presumibilmente definiti in seguito dal Ministero dello Sviluppo Economico.

 

 

Premessa agevolazioni ZFU Lombardia

 

Il D.L. n. 50/2017 convertito ha prorogato sino al prossimo 31.12.2017, le agevolazioni previste dai commi 445-453 dell’art. 1 della Legge n. 208/2015 per la Zona Franca Urbana (ZFU) in Lombardia, in relazione ai territori colpiti dal Sisma del 20 e 29 maggio 2012, con zone rosse nei centri storici.

 

Osserva

Le agevolazioni previste per la ZFU sono invocabili dal contribuente interessato previa compilazione e trasmissione di apposita istanza,i cuicriteri di accesso, modalità e termini di presentazione verranno definiti in seguito dal Ministero dello Sviluppo Economico.

 

Ad ogni modo, in virtù della proroga intervenuta, si ritiene comunque utile fornire un riepilogo dell’agevolazione e dei soggetti interessati della stessa,tenuto conto dei chiarimenti che sono stati forniti dal Ministero dello Sviluppo Economico nel contesto della Circolare n. 21801 del 10.3.2016.

 

Osserva

La suddetta circolare ha fornito, limitatamente al 2016, importanti precisazioni in merito alla tipologia, alle condizioni, ai limiti, alla durata e alle modalità di fruizione delle agevolazioni fiscali, nel rispetto di quanto stabilito dal citato art. 1, comma 445, della Legge n. 208 del 28.12.2015 e, per quanto da esso non diversamente disposto, dal Decreto Ministeriale del 10.04.2013.

 

 

Comuni inclusi nel perimetro

 

La perimetrazione della “nuova Zona Franca Urbana” della Regione Lombardia è la seguente:

 

DELIMITAZIONE DELLA ZONA FRANCA

 

 

 

 

Comuni

San Giacomo delle Segnate

Quingentole

San Giovanni del Dosso

Quistello

San Benedetto del Po

Moglia

Gonzaga

Poggio Rusco

Suzzara

 

Osserva

La perimetrazione delle aree interessate dall’intervento è riportata, con maggiore precisione, nelle delibere adottate dalle rispettive Amministrazioni Comunali. Peraltro, sul sito Internet del Ministero dello Sviluppo Economico (www.mise.gov.it), nell’apposita sezione dedicata alla Zona Franca Lombardia, sono riportati i collegamenti alle predette delibere comunali.

 

 

Soggetti beneficiari

 

Possono beneficiare del trattamento di favore, le imprese localizzate nella ZFU (come sopra determinata) che presentano le seguenti caratteristiche:

 

  • devono essere micro imprese, ai sensi di quanto stabilito dalla Raccomandazione della Commissione n. 2003/361/CE del 6.5.2003 e del D.M. del 18.4.2005.

 

Osserva

Si evidenzia che, ai sensi della predetta normativa comunitaria, sono considerate “microimprese” le imprese che:

 

  • hanno meno di 10 occupati;
  • un fatturato, oppure un totale di bilancio annuo, inferiore ai 2 milioni di euro.

 

Tuttavia, occorre precisare che, relativamente al solo esercizio 2014, le imprese per accedere ai benefici avrebbero dovuto far registrare un reddito lordo inferiore ad Euro 80.000,00 e un numero di addetti non superiore a 5 unità.

  • devono appartenere ai seguenti settori di attività, come individuati dai seguenti codici ATECO 2007.

 

CODICE ATECO

DESCRIZIONE

45

Commercio all’ingrosso e al dettaglio e riparazione di autovetture e di autoveicoli leggeri (incluse le agenzie di compravendita)

46

Commercio all’ingrosso (escluso quello di autoveicoli e di motocicli)

47

Commercio al dettaglio (escluso quello di autoveicoli e motocicli)

55

Alloggio

56

Attività dei servizi e di ristorazione

79

Attività dei servizi delle agenzie di viaggio, dei tour operator e servizi di prenotazione e attività connesse

93

Attività sportive, di intrattenimento e di divertimento

95

Riparazione di computer e di beni per uso personale e per la casa

96

Altre attività di servizi per la persona

 

  • devono essere già costituite alla data di presentazione dell'istanza, purché la data di costituzione dell'impresa non sia successiva al 31 dicembre 2014;
  • devono svolgere la propria attività all’interno della zona franca.

 

 

Agevolazioni concedibili

 

Per le suddette imprese, localizzate nelle zone franche, sono previste:

 

  • l’esenzione dalle imposte sui redditi del redditoderivante dallo svolgimento dell’attività svolta dall’impresa nella ZFU fino a concorrenza, per ciascun periodo di imposta, dell’importo di 100.000,00 euro del reddito derivante dallo svolgimento dell’attività svolta dall’impresa nella ZFU, fatto salvo quanto di seguito precisato dalla summenzionata Circolare del Ministero.

 

Osserva

Il limite di euro 100.000,00 è maggiorato, per ciascun periodo di imposta, di un importo pari a euro 5.000,00, ragguagliato ad anno, per ogni nuovo dipendente residente nel territorio della Zona Franca e che nello stesso territorio svolga l’attività di lavoro dipendente ed assunto a tempo indeterminato dall’impresa beneficiaria.

 

  • l’esenzione dall’IRAP del valore della produzione netta derivante dallo svolgimento dell’attività svolta dall’impresa nella ZFU nel limite di 300.000,00 euro per il periodo di imposta ammesso, riferito al valore della produzione netta.

 

  • l’esenzione dalle imposte municipali proprie per gli immobili siti nella Zona Franca, posseduti e utilizzati per l’esercizio dell’attività economica, per il periodo d’imposta ammesso.

 

 

Modalità di presentazione delle istanze per l’accesso alle agevolazioni

 

Si ribadisce che le suddette agevolazioni sono invocabili dal contribuente previa compilazione e trasmissione di apposita istanza, secondo le modalità ed i termini che presumibilmente dovranno essere definiti in seguito dal Ministero dello Sviluppo Economico.

 

 

 

Paolo Chiari

Commercialista - Revisore Contabile

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Plus500

Copyright Finanzaeinvestimenti.it

RIPRODUZIONE RISERVATA

Il presente documento non costituisce sollecito all'investimento ma contiene informazioni ad esclusivo scopo informativo, frutto di studi e operativita' degli autori.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Filtri ricerca


La nostra Newsletter

Registrati per avere la nostra guida al trading online in formato PDF!!

I nostri autori

Chi è online

Abbiamo 78 visitatori online su F&I

E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica.

Copyright 2013 - Finanzaeinvestimenti.it

Per eventuali segnalazioni, inviare una mail all'indirizzo info@finanzaeinvestimenti.it





Avviso importante sui rischi: le opzioni, il forex o gli altri strumenti finanziari offrono grandi possibilità di profitto, ma anche molti rischi. Per questo motivo il trading non è adatto a tutti gli investitori; prima di compiere qualsiasi operazione, investimento o deposito di denaro, è necessario comprendere appieno sia le potenzialità che i rischi. Bisogna essere pienamente coscienti delle potenziali perdite, per evitare sgradevoli situazioni. Tutte le informazioni contenute su Finanzaeinvestimenti.it sono fornite a solo scopo informativo e non costituiscono sollecitazione ad investimenti di qualsiasi genere. Non siamo un broker, una banca, una società d'investimento o un intermediario finanziario e non forniamo alcun servizio finanziario, d'investimento o di trading, pertanto, non ci riteniamo responsabili per qualsiasi eventuale perdita subita dal visitarore. Inoltre, Finanzaeinvestimenti.it non garantisce dell'accuratezza o della completezza delle informazioni fornite, e non si ritiene responsabile per qualsiasi errore, omissione o imprecisione.