FINANZAEINVESTIMENTI.IT - Il sito di informazione e analisi finanziara indipendente -

Ricerca lavoro impiegati finanziari

Moderato cedimento del dollaro e aumento del cambio euro dollaro

Vota questo articolo
(1 Vota)

Dollaro previsioni oggiDati macroeconomici inferiori alle attese sono stati nell’ultima seduta della settimana la determinante principale di un nuovo, moderato cedimento del dollaro rispetto alla divisa comunitaria e contro le principali controparti. Il riferimento, in particolare, è ai numeri sull’inflazione e sulle vendite al dettaglio, che hanno instillato dosi di incertezza tra gli operatori sulla reale forza dell’economia statunitense.

 

Infatti, il tasso di inflazione generale è scivolato all’1.6%, valore minimo da ottobre 2016 (consenso 1.7%), un dato che potenzialmente smentisce le molte interpretazioni del recente rallentamento dell'inflazione - anche da parte di numerosi membri della Fed - come un fenomeno passeggero. L’indice core si è invece riconfermato all’1.7%, in linea con le attese. Le spese delle famiglie presso i rivenditori al dettaglio hanno registrato una contrazione congiunturale pari a -0.2%, a fronte di aspettative per un piccolo rimbalzo (+0.1%); il cosiddetto gruppo di controllo, un sottoinsieme di classi merceologiche impiegato per stimare il contributo dei consumi privati alla formazione del reddito, ha registrato un calo del -0.1% (deludendo il consensus per un aumento dello 0.3%).

 

Il cross euro dollaro si è elevato archiviando la settimana a quota 1.1470, confermandosi a ridosso del picco da quattordici mesi toccato mercoledì scorso a 1.1489, evidenziando al più un debolissimo tentativo di recupero della divisa statunitense, che nulla ha cambiato del quadro di fondo sottostante. Il cross dollaro yen galleggia sul minimo intraday di 113.15, a relativa distanza dal massimo da quattro mesi di 114.49 visto martedì, scendendo in chiusura della giornata a quota 112.53.

 

Anche la coppia dollaro sterlina ha ampliato il calo raggiungendo un minimo in chiusura del -1.2% a 0.763 (valore più basso da quasi 11 mesi). Sul fronte europeo si consolidano le aspettative di una Bce progressivamente meno accomodante: da quanto riportato giovedì dal Wall Street Journal la Bce utilizzerà probabilmente il meeting del prossimo 7 settembre per segnalare che il proprio programma di acquisto di asset sarà gradualmente ridotto a partire dall'inizio del 2018.

 

 

 

Economic Research
and Markets Strategy
Banca Aletti & C. S.p.A.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Plus500

Copyright Finanzaeinvestimenti.it

RIPRODUZIONE RISERVATA

Il presente documento non costituisce sollecito all'investimento ma contiene informazioni ad esclusivo scopo informativo, frutto di studi e operativita' degli autori.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Filtri ricerca


La nostra Newsletter

Registrati per avere la nostra guida al trading online in formato PDF!!

I nostri autori

Chi è online

Abbiamo 75 visitatori online su F&I

E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica.

Copyright 2013 - Finanzaeinvestimenti.it

Per eventuali segnalazioni, inviare una mail all'indirizzo info@finanzaeinvestimenti.it





Avviso importante sui rischi: le opzioni, il forex o gli altri strumenti finanziari offrono grandi possibilità di profitto, ma anche molti rischi. Per questo motivo il trading non è adatto a tutti gli investitori; prima di compiere qualsiasi operazione, investimento o deposito di denaro, è necessario comprendere appieno sia le potenzialità che i rischi. Bisogna essere pienamente coscienti delle potenziali perdite, per evitare sgradevoli situazioni. Tutte le informazioni contenute su Finanzaeinvestimenti.it sono fornite a solo scopo informativo e non costituiscono sollecitazione ad investimenti di qualsiasi genere. Non siamo un broker, una banca, una società d'investimento o un intermediario finanziario e non forniamo alcun servizio finanziario, d'investimento o di trading, pertanto, non ci riteniamo responsabili per qualsiasi eventuale perdita subita dal visitarore. Inoltre, Finanzaeinvestimenti.it non garantisce dell'accuratezza o della completezza delle informazioni fornite, e non si ritiene responsabile per qualsiasi errore, omissione o imprecisione.