FINANZAEINVESTIMENTI.IT - Il sito di informazione e analisi finanziara indipendente -

Ricerca lavoro impiegati finanziari

Il dollaro si rafforza moderatamente e supera il supporto a quota 1.14

Vota questo articolo
(1 Vota)

Dollaro analisi tecnica oggiNella sessione di ieri, contrassegnata da volumi modesti per via della festività statunitense (giorno dell’indipendenza), il cross euro dollaro ha esteso la moderata correzione già intrapresa nella seduta precedente, alimentando un ulteriore, modesto, rafforzamento della divisa statunitense. Favorevolmente sollecitato dal flusso di dati macroeconomici di lunedì, che aveva posto in luce l’elevato clima di fiducia del settore industriale (indice ISM manifatturiero balzato a sorpresa ai massimi degli ultimi tre anni), il dollaro ha prima passato piuttosto agevolmente il supporto posto a quota 1.14, quindi si è spinto sino in area 1.1340, raggiungendo le quote massime dell’ultima settimana.

 

I segnali di rinforzo del tono congiunturale dell’economia USA lanciati dalla statistica relativa all’indice ISM hanno di colpo cancellato i timori di appannamento del ciclo che erano precedentemente emersi ed erano stati enfatizzati dall’incertezza della condizione politica. Nella giornata di ieri, peraltro, si è in qualche misura attenuata la tendenza al deprezzamento dello yen.

 

La divisa nipponica, penalizzata nelle scorse settimane dall’aspettativa di un graduale spostamento della BCE verso un assetto progressivamente più restrittivo, era infatti scivolata sino ai minimi di sedici mesi rispetto all’euro, non distante da quota 129, mentre martedì è riuscita a recuperare qualche posizione.

 

Probabilmente hanno aiutato lo yen due ordini di fattori: da un lato, l’improvvisa recrudescenza delle tensioni geopolitiche correlate al nuovo test militare effettuato dalla Corea del Nord, che infatti già nella mattinata aveva depresso in modo piuttosto evidente le piazze asiatiche; dall’altro, i toni più morbidi delle attese impiegati nei rispettivi comunicati dalle banche centrali di Australia e Svezia. Entrambe hanno lasciato invariata la politica monetaria, ma hanno proposto un orientamento prospettico complessivamente più accomodante del previsto, omettendo qualsiasi riferimento alla possibilità di aumentare il costo del denaro.

 

L’euro si è infatti apprezzato sul dollaro australiano verso 1.49, come pure sulla corona svedese verso 9.70.

 

Segui il trend dei mercati finanziari ed il calendario economico finanziario in tempo reale:

 

 

 

Economic Research
and Markets Strategy
Banca Aletti & C. S.p.A.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Plus500

Copyright Finanzaeinvestimenti.it

RIPRODUZIONE RISERVATA

Il presente documento non costituisce sollecito all'investimento ma contiene informazioni ad esclusivo scopo informativo, frutto di studi e operativita' degli autori.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Filtri ricerca


La nostra Newsletter

Registrati per avere la nostra guida al trading online in formato PDF!!

I nostri autori

Chi è online

Abbiamo 76 visitatori online su F&I

E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica.

Copyright 2013 - Finanzaeinvestimenti.it

Per eventuali segnalazioni, inviare una mail all'indirizzo info@finanzaeinvestimenti.it





Avviso importante sui rischi: le opzioni, il forex o gli altri strumenti finanziari offrono grandi possibilità di profitto, ma anche molti rischi. Per questo motivo il trading non è adatto a tutti gli investitori; prima di compiere qualsiasi operazione, investimento o deposito di denaro, è necessario comprendere appieno sia le potenzialità che i rischi. Bisogna essere pienamente coscienti delle potenziali perdite, per evitare sgradevoli situazioni. Tutte le informazioni contenute su Finanzaeinvestimenti.it sono fornite a solo scopo informativo e non costituiscono sollecitazione ad investimenti di qualsiasi genere. Non siamo un broker, una banca, una società d'investimento o un intermediario finanziario e non forniamo alcun servizio finanziario, d'investimento o di trading, pertanto, non ci riteniamo responsabili per qualsiasi eventuale perdita subita dal visitarore. Inoltre, Finanzaeinvestimenti.it non garantisce dell'accuratezza o della completezza delle informazioni fornite, e non si ritiene responsabile per qualsiasi errore, omissione o imprecisione.