FINANZAEINVESTIMENTI.IT - Il sito di informazione e analisi finanziara indipendente -

Ricerca lavoro impiegati finanziari

Continua l'indebolimento del dollaro, sui minimi da novembre 2016

Vota questo articolo
(1 Vota)

Dollaro impeachment TrumpLa seduta di mercoledì è stata ancora una volta improntata ad un indebolimento del dollaro. La tendenza al deprezzamento della divisa statunitense ha progressivamente preso consistenza nel periodo più recente, sino a divenire piuttosto insistita e strutturata. Quattro giornate consecutive segnate da un dollaro più debole hanno portato quindi la moneta statunitense oltre la soglia di 1.11, sui minimi dallo scorso 9 novembre 2016 nei confronti dell’euro.

 

L’evoluzione in oggetto, seppure parzialmente riconducibile al tono più debole dei dati macroeconomici diffusi nelle ultime settimane, non può certamente essere spiegata in modo esclusivo invocando l’infiacchimento del quadro congiunturale; che resta peraltro assai solido nelle sue dinamiche di fondo e percorso da fattori di breve periodo deterrenti per la crescita ma destinati rapidamente a rientrare sin dalle prossime settimane. Essa trova in realtà il suo fondamento più profondo, piuttosto, nelle dinamiche intrinseche al quadro politico, dove inaspettatamente è recentemente cresciuta la prospettiva che il presidente Trump debba affrontare addirittura una procedura di impeachment.

 

Le vicende sono quelle intricate dei rapporti tra la Casa Bianca, la Russia e l’agenzia per la sicurezza nazionale, ma in realtà la strada per la messa in stato di accusa del presidente americano è irta di difficoltà e scarsamente percorribile, se non in seguito a sviluppi clamorosi; piuttosto che una prospettiva concreta, dunque, gli strappi repentini del dollaro riflettono per ora una fiammata forse estemporanea dell’avversione al rischio, che non è detto sia destinata a durare.

 

I massimi di seduta prossimi a 1.1140 sono in ogni caso eclatanti, cosi come evidentissimi sono i minimi del dollaro rispetto allo yen (sotto 111.50, con il dollaro mai cosi debole dall’inizio di maggio) e soprattutto contro il franco svizzero. Il rapporto dollaro franco si è assestato ieri a 0.9780, raggiungendo in modo repentino i minimi di sei mesi. Evidentemente yen e franco svizzero sono i massimi beneficiari delle fasi di aumento dell’incertezza, in forza del loro tradizionale ruolo di bene rifugio.

 

Segui il trend dei mercati finanziari ed il calendario economico finanziario in tempo reale:

 

 

 

Economic Research
and Markets Strategy
Banca Aletti & C. S.p.A.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Plus500

Copyright Finanzaeinvestimenti.it

RIPRODUZIONE RISERVATA

Il presente documento non costituisce sollecito all'investimento ma contiene informazioni ad esclusivo scopo informativo, frutto di studi e operativita' degli autori.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Filtri ricerca


La nostra Newsletter

Registrati per avere la nostra guida al trading online in formato PDF!!

I nostri autori

Chi è online

Abbiamo 47 visitatori online su F&I

E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica.

Copyright 2013 - Finanzaeinvestimenti.it

Per eventuali segnalazioni, inviare una mail all'indirizzo info@finanzaeinvestimenti.it





Avviso importante sui rischi: le opzioni, il forex o gli altri strumenti finanziari offrono grandi possibilità di profitto, ma anche molti rischi. Per questo motivo il trading non è adatto a tutti gli investitori; prima di compiere qualsiasi operazione, investimento o deposito di denaro, è necessario comprendere appieno sia le potenzialità che i rischi. Bisogna essere pienamente coscienti delle potenziali perdite, per evitare sgradevoli situazioni. Tutte le informazioni contenute su Finanzaeinvestimenti.it sono fornite a solo scopo informativo e non costituiscono sollecitazione ad investimenti di qualsiasi genere. Non siamo un broker, una banca, una società d'investimento o un intermediario finanziario e non forniamo alcun servizio finanziario, d'investimento o di trading, pertanto, non ci riteniamo responsabili per qualsiasi eventuale perdita subita dal visitarore. Inoltre, Finanzaeinvestimenti.it non garantisce dell'accuratezza o della completezza delle informazioni fornite, e non si ritiene responsabile per qualsiasi errore, omissione o imprecisione.