FINANZAEINVESTIMENTI.IT - Il sito di informazione e analisi finanziara indipendente -

Ricerca lavoro impiegati finanziari

L'euro supera con slancio la barriera di 1.10 sul dollaro

Vota questo articolo
(1 Vota)

Cambio euro dollaro trend giornalieroLa seduta di martedì ha confermato ancora una volta l’elevato tono direzionale che va contrassegnando l’attuale fase congiunturale per il cross euro dollaro. La moneta unica, forte di dati congiunturali robusti, ha oltrepassato con slancio e decisione la barriera di 1.10, approdando quindi ai massimi degli ultimi sei mesi, intorno a 1.1090; con i picchi del movimento giornaliero ha persino sfiorato la soglia di 1.11. I dati della contabilità nazionale prodotti da Eurostat, di cui ieri è stata pubblicata la seconda stima, hanno ribadito un aumento del reddito vigoroso a livello aggregato nell’Unione Monetaria, con un passo congiunturale dello 0.5% (2.0% in termini di proiezione annua) che risulta abbondantemente superiore a quello tenuto nello stesso periodo dall’economia statunitense.

 

Tuttavia, vi sono ragioni più profonde e strutturali che contribuiscono a generare la spinta ascendente per la moneta unica, le quali ineriscono ad un quadro istituzionale percepito come significativamente più saldo in Europa, cementato dalla vittoria elettorale di Macron. Svaniti i timori più gravi, gli investitori cominciano ad incorporare nelle funzioni di preferenza la prospettiva del graduale ritiro delle misure di accomodamento monetario impartite dalla BCE. Il programma di QE è assicurato e continuerà a funzionare regolarmente sino a dicembre 2017, ma la discussione sulla strategia di uscita della banca centrale sarà in ogni caso tema centrale nella seconda parte dell’anno.

 

Tra l’altro, l’effetto di resilienza della cornice politica comunitaria e amplificato oltremodo dalla contestuale debolezza che permea il fronte americano, ove le incognite che si addensano intorno al presidente Trump si vanno traducendo in debolezza esplicita del dollaro. Ieri l’euro è cresciuto vistosamente ed in modo generalizzato; contro lo yen è stata raggiunta la soglia di 125.80, nuovo massimo dalla fine di aprile del 2016; contro la sterlina, il cambio ha invece sfiorato quota 0.86, con un incremento netto di una figura piena in un giorno solo, sino al nuovo massimo di un mese e mezzo.

 

Sui mercati delle materie prime il petrolio si mantiene forte, al di sopra della soglia dei 48 dollari per barile, anche se ieri ha chiuso quasi invariato, sui valori della giornata precedente, intorno a 48.60.

 

Segui il trend dei mercati finanziari ed il calendario economico finanziario in tempo reale:

 

 

 

Economic Research
and Markets Strategy
Banca Aletti & C. S.p.A.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Plus500

Copyright Finanzaeinvestimenti.it

RIPRODUZIONE RISERVATA

Il presente documento non costituisce sollecito all'investimento ma contiene informazioni ad esclusivo scopo informativo, frutto di studi e operativita' degli autori.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Filtri ricerca


La nostra Newsletter

Registrati per avere la nostra guida al trading online in formato PDF!!

I nostri autori

Chi è online

Abbiamo 46 visitatori online su F&I

E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica.

Copyright 2013 - Finanzaeinvestimenti.it

Per eventuali segnalazioni, inviare una mail all'indirizzo info@finanzaeinvestimenti.it





Avviso importante sui rischi: le opzioni, il forex o gli altri strumenti finanziari offrono grandi possibilità di profitto, ma anche molti rischi. Per questo motivo il trading non è adatto a tutti gli investitori; prima di compiere qualsiasi operazione, investimento o deposito di denaro, è necessario comprendere appieno sia le potenzialità che i rischi. Bisogna essere pienamente coscienti delle potenziali perdite, per evitare sgradevoli situazioni. Tutte le informazioni contenute su Finanzaeinvestimenti.it sono fornite a solo scopo informativo e non costituiscono sollecitazione ad investimenti di qualsiasi genere. Non siamo un broker, una banca, una società d'investimento o un intermediario finanziario e non forniamo alcun servizio finanziario, d'investimento o di trading, pertanto, non ci riteniamo responsabili per qualsiasi eventuale perdita subita dal visitarore. Inoltre, Finanzaeinvestimenti.it non garantisce dell'accuratezza o della completezza delle informazioni fornite, e non si ritiene responsabile per qualsiasi errore, omissione o imprecisione.