FINANZAEINVESTIMENTI.IT - Il sito di informazione e analisi finanziara indipendente -

Ricerca lavoro impiegati finanziari
Mai forse come in queste periodo le trame macroeconomiche si dipanano intrecciandosi con quelle politiche, generando alta instabilità sui mercati valutari. I movimenti dei tassi di cambio sono quindi sovente repentini, erratici e scarsamente strutturali, difficilmente analizzabili in termini di trend di fondo, poichè congiuntura e quadro istituzionale spesso non agiscono in fase ed imprimono impulsi divergenti, rendendo opaca l’evoluzione dell’intero mercato. Eclatante in questo senso il caso del real brasiliano, ieri crollato dopo le notizie dell’implicazione del presidente Temer…
Leggi tutto... 0
La seduta di mercoledì è stata ancora una volta improntata ad un indebolimento del dollaro. La tendenza al deprezzamento della divisa statunitense ha progressivamente preso consistenza nel periodo più recente, sino a divenire piuttosto insistita e strutturata. Quattro giornate consecutive segnate da un dollaro più debole hanno portato quindi la moneta statunitense oltre la soglia di 1.11, sui minimi dallo scorso 9 novembre 2016 nei confronti dell’euro. L’evoluzione in oggetto, seppure parzialmente riconducibile al tono più debole dei dati macroeconomici…
Leggi tutto... 0
La seduta di martedì ha confermato ancora una volta l’elevato tono direzionale che va contrassegnando l’attuale fase congiunturale per il cross euro dollaro. La moneta unica, forte di dati congiunturali robusti, ha oltrepassato con slancio e decisione la barriera di 1.10, approdando quindi ai massimi degli ultimi sei mesi, intorno a 1.1090; con i picchi del movimento giornaliero ha persino sfiorato la soglia di 1.11. I dati della contabilità nazionale prodotti da Eurostat, di cui ieri è stata pubblicata la…
Leggi tutto... 0
In controtendenza decisa rispetto alla traiettoria prevalente nei giorni precedenti della settimana, un movimento di indebolimento secco del dollaro ha preso piede nella seduta di venerdì. La divisa americana si e deprezzata sensibilmente rispetto all’euro, che invece è tornato a guadagnare quote superiori a 1.09, in rialzo circa una figura. La determinante primaria del movimento è di natura fondamentale e inerisce al tenore dei dati macroeconomici diffusi nel primo pomeriggio, contrassegnati da esiti inferiori alle aspettative di consenso per l’economia…
Leggi tutto... 0

Filtri ricerca


La nostra Newsletter

Registrati per avere la nostra guida al trading online in formato PDF!!

I nostri autori

Chi è online

Abbiamo 130 visitatori online su F&I

E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica.

Copyright 2013 - Finanzaeinvestimenti.it

Per eventuali segnalazioni, inviare una mail all'indirizzo info@finanzaeinvestimenti.it





Avviso importante sui rischi: le opzioni, il forex o gli altri strumenti finanziari offrono grandi possibilità di profitto, ma anche molti rischi. Per questo motivo il trading non è adatto a tutti gli investitori; prima di compiere qualsiasi operazione, investimento o deposito di denaro, è necessario comprendere appieno sia le potenzialità che i rischi. Bisogna essere pienamente coscienti delle potenziali perdite, per evitare sgradevoli situazioni. Tutte le informazioni contenute su Finanzaeinvestimenti.it sono fornite a solo scopo informativo e non costituiscono sollecitazione ad investimenti di qualsiasi genere. Non siamo un broker, una banca, una società d'investimento o un intermediario finanziario e non forniamo alcun servizio finanziario, d'investimento o di trading, pertanto, non ci riteniamo responsabili per qualsiasi eventuale perdita subita dal visitarore. Inoltre, Finanzaeinvestimenti.it non garantisce dell'accuratezza o della completezza delle informazioni fornite, e non si ritiene responsabile per qualsiasi errore, omissione o imprecisione.