FINANZAEINVESTIMENTI.IT - Il sito di informazione e analisi finanziara indipendente -

Ricerca lavoro impiegati finanziari
Durante la prima seduta della settimana la valuta statunitense ha continuato a risentire dei dati macroeconomici inferiori alle attese pubblicati venerdì scorso, che hanno registrato una dinamica dell’inflazione più debole del previsto. Il cross euro dollaro si è mantenuto intorno al livello di chiusura di venerdì (1.1470), chiudendo praticamente invariato a quota 1.1478, confermandosi a ridosso del picco da quattordici mesi toccato mercoledì scorso a 1.1489. L’area degli 1.15 continua ad esercitare una forte attrazione, tuttavia il rialzo dell’euro resta…
Leggi tutto... 0
Dati macroeconomici inferiori alle attese sono stati nell’ultima seduta della settimana la determinante principale di un nuovo, moderato cedimento del dollaro rispetto alla divisa comunitaria e contro le principali controparti. Il riferimento, in particolare, è ai numeri sull’inflazione e sulle vendite al dettaglio, che hanno instillato dosi di incertezza tra gli operatori sulla reale forza dell’economia statunitense. Infatti, il tasso di inflazione generale è scivolato all’1.6%, valore minimo da ottobre 2016 (consenso 1.7%), un dato che potenzialmente smentisce le molte…
Leggi tutto... 0
La prima seduta della settimana è risultata relativamente calma (non erano in calendario indicatori macroeconomici di rilievo), motivo per cui i riflettori sono già puntati sugli appuntamenti dei prossimi giorni: la testimonianza di metà anno del presidente della Federal Reserve Janet Yellen in Congresso (mercoledì dinnanzi alla Camera e giovedì al Senato) e l'inizio della stagione delle trimestrali americane. La giornata è proseguita all’insegna di un dollaro poco più forte in corrispondenza del flusso di dati macroeconomici diffusi venerdì finalmente…
Leggi tutto... 0
Nella sessione di ieri, contrassegnata da volumi modesti per via della festività statunitense (giorno dell’indipendenza), il cross euro dollaro ha esteso la moderata correzione già intrapresa nella seduta precedente, alimentando un ulteriore, modesto, rafforzamento della divisa statunitense. Favorevolmente sollecitato dal flusso di dati macroeconomici di lunedì, che aveva posto in luce l’elevato clima di fiducia del settore industriale (indice ISM manifatturiero balzato a sorpresa ai massimi degli ultimi tre anni), il dollaro ha prima passato piuttosto agevolmente il supporto posto…
Leggi tutto... 0

Filtri ricerca


La nostra Newsletter

Registrati per avere la nostra guida al trading online in formato PDF!!

I nostri autori

Chi è online

Abbiamo 60 visitatori online su F&I

E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica.

Copyright 2013 - Finanzaeinvestimenti.it

Per eventuali segnalazioni, inviare una mail all'indirizzo info@finanzaeinvestimenti.it





Avviso importante sui rischi: le opzioni, il forex o gli altri strumenti finanziari offrono grandi possibilità di profitto, ma anche molti rischi. Per questo motivo il trading non è adatto a tutti gli investitori; prima di compiere qualsiasi operazione, investimento o deposito di denaro, è necessario comprendere appieno sia le potenzialità che i rischi. Bisogna essere pienamente coscienti delle potenziali perdite, per evitare sgradevoli situazioni. Tutte le informazioni contenute su Finanzaeinvestimenti.it sono fornite a solo scopo informativo e non costituiscono sollecitazione ad investimenti di qualsiasi genere. Non siamo un broker, una banca, una società d'investimento o un intermediario finanziario e non forniamo alcun servizio finanziario, d'investimento o di trading, pertanto, non ci riteniamo responsabili per qualsiasi eventuale perdita subita dal visitarore. Inoltre, Finanzaeinvestimenti.it non garantisce dell'accuratezza o della completezza delle informazioni fornite, e non si ritiene responsabile per qualsiasi errore, omissione o imprecisione.