FINANZAEINVESTIMENTI.IT - Il sito di informazione e analisi finanziara indipendente -

Ricerca lavoro impiegati finanziari

I 4 errori più comuni nel trading online

Vota questo articolo
(1 Vota)

Errori trading onlineQuando si trada, un sacco di cose possono andare storte. E’ una questione tecnica – quando il mancato profitto procede da errori tecnici – ma spesso è anche una questione di emotività. Il trader è un essere umano come gli altri, quindi può essere sopraffatto dalle emozioni e sbagliare. Esistono però alcuni errori di approccio, molto comuni, che possono facilmente essere evitati. Ecco quali.

 

 

Errori di lettura nel trading

 

Gli errori di lettura sono forse i più frequenti in assoluto. Ovviamente, si parla di lettura delle chart. Le maggiori insidie si nascondono nei grafici a candele. Le candlestick restituiscono una immagine fedele del mercato ma a volte la loro interpretazione può risultare complicata. Alcuni pattern, infatti, possono lanciare dei falsi segnali. Non c’è nulla di insormontabile, sia chiaro: è sufficiente contestualizzare. Un pattern lancia uno specifico segnale solo se immerso in un determinato contesto. Analizzarlo in maniera isolata porta spesso all’errore. Prendiamo il caso del trading online con le Pin Bar: se non sono precedute e seguite da un trend – almeno all’apparenza – solido, siamo di fronte a un pattern “muto”, che in verità non dice nulla.

 

Scarica GRATIS la piattaforma di trading
(servizio CFD, il tuo capitale è a rischio)

 

 

Seguire una strategia incompleta

 

L’imperativo numero uno è avere una strategia. Per molti non si tratta di una questione scontata (agiscono sul momento e quindi perdono). Il problema è che la strategia può rivelarsi un’arma a doppio taglio, soprattutto se incompleta e quindi “piena di buchi”. Lo è quando non riesce a rispondere in anticipo alle domande che il trade pone. Insomma, una strategia è seria quando prepara il trader a ogni evenienza. Per redigerla è necessario un grande sforzo, in primis di lettura della situazione  e poi di immaginazione: si tratta di prevedere i problemi o i possibili sviluppi del mercato. Eppure lo sforzo va fatto, perché è meglio prevenire prima – in situazione di relativa calma – che curare “in corsa” (quando le emozioni rischiano di sopraffare il trader).

 

 

Cambiare spesso strategia

 

Il terzo errore riguarda ancora la strategia. Non va cambiata spesso. O, per meglio dire, va cambiata solo se necessario e non al primo trade andato a male. Questo per due motivi: in primo luogo, è rischioso lasciare il certo per l’incerto. Secondariamente, è bene prendersi un po’ di tempo per fare pratica con la strategia stessa. E’ possibile che le cose non siano andate come previsto perché il trader non ha maturato la giusta dimestichezza con l’approccio interpretativo specifico per quella strategia. Il consiglio quindi è: non essere frettolosi.

 

Plus500

 

 

Trascurare l’analisi fondamentale

 

Molti trader si fidano dell’analisi tecnica, e fanno bene. In certi casi, però, è bene metterla in secondo piano. Ossia quando il contesto economico-finanziario è scosso da alcuni eventi particolarmente gravi o importanti. In quel caso, tutte le previsioni dell’analisi tecnica subiscono rischiano di diventare inutili. Ciò vale per tutti i tipi di trader, ma soprattutto per gli scalper che – badandosi sulla volatilità – sono costretti a prestare grande attenzione agli eventi esterni, al loro contenuto e ai segnali a livello di sentiment che possono lanciare al mercato. I numeri qui c’entrano poco, ciò che conta è la capacità di interpretare i fatti e di contestualizzarli.

 

Occorre quindi molto studio per maneggiare l’analisi fondamentale. Uno studio dei precedenti, per capire come il mercato ha reagito a eventi simili. Il primo passo è dotarsi di un buon calendario economico. Il secondo è cercare di prevedere cosa accadrà volta per volta.

 

 

 

Lorenzo Sentino
Trader privato
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Plus500

Copyright Finanzaeinvestimenti.it

RIPRODUZIONE RISERVATA

Il presente documento non costituisce sollecito all'investimento ma contiene informazioni ad esclusivo scopo informativo, frutto di studi e operativita' degli autori.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Filtri ricerca


La nostra Newsletter

Registrati per avere la nostra guida al trading online in formato PDF!!

I nostri autori

Chi è online

Abbiamo 65 visitatori online su F&I

E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica.

Copyright 2013 - Finanzaeinvestimenti.it

Per eventuali segnalazioni, inviare una mail all'indirizzo info@finanzaeinvestimenti.it





Avviso importante sui rischi: le opzioni, il forex o gli altri strumenti finanziari offrono grandi possibilità di profitto, ma anche molti rischi. Per questo motivo il trading non è adatto a tutti gli investitori; prima di compiere qualsiasi operazione, investimento o deposito di denaro, è necessario comprendere appieno sia le potenzialità che i rischi. Bisogna essere pienamente coscienti delle potenziali perdite, per evitare sgradevoli situazioni. Tutte le informazioni contenute su Finanzaeinvestimenti.it sono fornite a solo scopo informativo e non costituiscono sollecitazione ad investimenti di qualsiasi genere. Non siamo un broker, una banca, una società d'investimento o un intermediario finanziario e non forniamo alcun servizio finanziario, d'investimento o di trading, pertanto, non ci riteniamo responsabili per qualsiasi eventuale perdita subita dal visitarore. Inoltre, Finanzaeinvestimenti.it non garantisce dell'accuratezza o della completezza delle informazioni fornite, e non si ritiene responsabile per qualsiasi errore, omissione o imprecisione.