FINANZAEINVESTIMENTI.IT - Il sito di informazione e analisi finanziara indipendente -

Ricerca lavoro impiegati finanziari

Il gioco d’azzardo e la ricchezza dello Stato

Vota questo articolo
(0 Voti)

AAMS giochi azzardoA partire dal 2002 lo Stato italiano ha assunto il controllo del gioco d’azzardo, garantendone controlli e regolamentazioni. L’AAMS, l’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato, è stata istituita appositamente a tale scopo, impostando sul territorio una rete di concessionari cui sia consentita l’erogazione di giochi e servizi d’azzardo, nel rispetto della normativa vigente. Le disposizioni in materia sono state necessarie per tutelare l’ordine pubblico e garantire tutela a tutti gli utenti dei giochi d’azzardo e costituisce al tempo stesso un’importante fetta dei bilanci dello Stato.

 

La posizione dello Stato in merito al gambling è tuttavia ambigua ed ambivalente. Se da un lato il Governo produce campagne contro le degenerazioni patologiche del vizio del gioco, dall’altra non può far altro che auspicare ad un incremento della sua diffusione, in quanto foriero di enormi vantaggi economici. Si consideri, infatti, la pesante tassazione riservata a questo settore ed a quali ingenti guadagni derivino da questo mercato, introiti capaci di animare sensibilmente le casse statali. Per entrare nel concreto, basti pensare ai circa 100 miliardi di euro all’anno che confluiscono nei bilanci italiani grazie al mercato dei giochi d’azzardo e delle scommesse.

 

Se dunque le campagne dedicate alla ludopatia fossero efficaci, lo Stato dovrebbe rinunciare a questo enorme guadagno derivante dalle tasse del settore. Quand’anche si possa ritenere che le tasse stesse, aumentando i costi, possano essere esse un deterrente alla diffusione del gambling, in realtà non si può far a meno di considerare che un effettivo calo del gioco d’azzardo creerebbe un vero e proprio buco nei bilanci.

 

Per queste ragioni concorsi, scommesse, giochi e slot sono dunque nel pieno interesse dello Stato, probabilmente in concreto più del benessere dei singoli giocatori. Se da queste ragioni deriva l’ambivalente posizione dello Stato, è altrettanto facile capire come mai i siti e gestori di gambling abbiano tutto l’interesse a rientrare nel prezioso circolo degli autorizzati AAMS. Avere la certificazione AAMS vuol dire poter operare lecitamente nel settore e non correre il rischio di veder sequestrato il proprio business. Per ottenere tale autorizzazione occorre rispettare determinati requisiti ed adempiere alle necessarie burocrazie, ma una volta entrati nel giro è possibile operare in sicurezza e ottenere notevoli vantaggi.

 

Le attività legali e certificate possono sponsorizzarsi liberamente su tutto il territorio ed esercitare i propri lucrosi giochi, senza rischio di sanzioni. I giocatori al tempo stesso hanno maggiori garanzie interfacciandosi a giochi online garantiti dalla rete AAMS e per questo l’istituzione di questo organismo è fondamentale per tutti gli utenti appartenenti a questo settore.

 

 

 

Alessandro Scorrano
Redazione FinanzaeInvestimenti.it
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Plus500

Copyright Finanzaeinvestimenti.it

RIPRODUZIONE RISERVATA

Il presente documento non costituisce sollecito all'investimento ma contiene informazioni ad esclusivo scopo informativo, frutto di studi e operativita' degli autori.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Filtri ricerca


La nostra Newsletter

Registrati per avere la nostra guida al trading online in formato PDF!!

I nostri autori

Chi è online

Abbiamo 76 visitatori online su F&I

E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica.

Copyright 2013 - Finanzaeinvestimenti.it

Per eventuali segnalazioni, inviare una mail all'indirizzo info@finanzaeinvestimenti.it





Avviso importante sui rischi: le opzioni, il forex o gli altri strumenti finanziari offrono grandi possibilità di profitto, ma anche molti rischi. Per questo motivo il trading non è adatto a tutti gli investitori; prima di compiere qualsiasi operazione, investimento o deposito di denaro, è necessario comprendere appieno sia le potenzialità che i rischi. Bisogna essere pienamente coscienti delle potenziali perdite, per evitare sgradevoli situazioni. Tutte le informazioni contenute su Finanzaeinvestimenti.it sono fornite a solo scopo informativo e non costituiscono sollecitazione ad investimenti di qualsiasi genere. Non siamo un broker, una banca, una società d'investimento o un intermediario finanziario e non forniamo alcun servizio finanziario, d'investimento o di trading, pertanto, non ci riteniamo responsabili per qualsiasi eventuale perdita subita dal visitarore. Inoltre, Finanzaeinvestimenti.it non garantisce dell'accuratezza o della completezza delle informazioni fornite, e non si ritiene responsabile per qualsiasi errore, omissione o imprecisione.