Pagina 10 di 12 PrimaPrima ... 89101112 UltimaUltima
Risultati da 91 a 100 di 115
Like Tree1Likes
OPERATIVITA' » Mercato Italiano
  1. #91
    Member L'avatar di ema84v
    Data Registrazione
    May 2012
    Messaggi
    36
    Potenza Reputazione
    0
    tutto lascia presagire le migliori aspettattive ma il silenzio della società non riesco proprio a capirlo.
    Wild sai se kre ha l esenzione dall' opa? sono già sei mesi che quota pressapoco uguale.sono fuori e aspetto di vederci chiaro,già ci ho perso parecchio.

  2. # ADS
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Messaggi
    Many
     

  3. #92
    Senior Member L'avatar di Wild-Truck69
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    714
    Potenza Reputazione
    5
    Diverse societa' ho sentito aver avuto l'esenzione dall'Opa....
    Era quello che cercava pure Marenco, ma non so se l'abbia ottenuta.....
    Credo di si perche' se non fosse cosi non si spiegherebbe questa moria di volumi.......
    Kre non guarda solo al fotovoltaico ma anche all'idroelettrico viste le ultime acquisizioni.......

    Speravo che MaxJ scrivesse qualcosa su questo forum, ma e' tutto preso da Maria Teresa......... hahhhhaaaha

    Vabbeh.... speriamo bene!

  4. #93
    Junior Member L'avatar di antoniopignata
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    salerno
    Messaggi
    20
    Potenza Reputazione
    0
    Cosa ci aspetta lunedì?

  5. #94
    Senior Member L'avatar di Wild-Truck69
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    714
    Potenza Reputazione
    5
    Il CdA approva la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2012
    Data : 02/08/2012 @ 22:45
    Fonte : Annunci Borsa (Testo)
    Titolo : K.r.energy (KRE)
    Quotazione : up 0.0217 0.0005 (2.36%) @ 17:20
    <a href='http://as1.advfn.com/oasis/oasisc.php?s=1354&w=300&h=250&ord=1344 023998&t=_blank&k=BIT^KRE' target='_blank' rel='nofollow'> <img src='http://as1.advfn.com/oasis/oasisi.php?s=1354&w=300&h=250&ord=1344 023998&t=_blank&k=BIT^KRE' border='0' width='300' height='250' /> </a>
    Il CdA approva la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2012
    Grafico Azioni K.R. Energy (BIT:KRE)
    Intraday


    Oggi : Venerdì 3 Agosto 2012
    pphppidstaticchartampsBIT5EKREampp0ampt15
    previsti investimenti principalmente nel settore geotermico. Continuità aziendale Le iniziative avviate dal consiglio di amministrazione per completare la fase di risanamento e consentire il rilancio e lo sviluppo delle attività sociali fanno ritenere che sussistano le condizioni per assicurare il regolare rispetto delle obbligazioni assunte dalla Società e dal Gruppo ed il normale svolgimento delle proprie attività, nonché il mantenimento della continuità aziendale almeno per un periodo di dodici mesi successivi all'approvazione della relazione finanziaria semestrale. In relazione alle considerazioni effettuate si rinvia alla relazione finanziaria semestrale. Approvazione e stato di avanzamento del piano di ristrutturazione del debito del Gruppo K.R.Energy Il consiglio di amministrazione della Società in data 24 marzo 2011 ha approvato un piano di risanamento (il "Piano di Risanamento"), predisposto ex art. 67, comma 3 lett. d) della Legge Fallimentare. Tale piano è stato asseverato in data 4 aprile 2011 (rep. 20744 Notaio Paolo Fenoaltea di Roma) mediante la relazione rilasciata ai sensi del medesimo articolo dal prof. Marco Lacchini, ordinario di economia aziendale, dottore commercialista, esperto indipendente iscritto al Registro dei Revisori Contabili ai sensi del D.M. del 26 luglio 1995. Successivamente in data 13 aprile 2011 è stato predisposto un addendum a tale relazione (rep. 20786 Notaio Paolo Fenoaltea di Roma). Il parere è stato richiesto per verificare la ragionevolezza che l'esecutività del Piano di Risanamento predisposto dalla Società fosse idoneo a consentire, nel suo complesso, il riequilibrio della situazione economico * finanziaria del Gruppo nonché a sviluppare l'attività di impresa. Per quanto riguarda l'esecuzione del "Piano di Risanamento" e le azioni concluse nel corso dell'esercizio 2011 si rinvia a quanto indicato nel capitolo relativo agli "eventi rilevanti avvenuti nel corso dell'esercizio" 2011 all'interno della relazione finanziaria annuale al 31 dicembre 2011 pubblicata il 27 aprile 2012. Di seguito si forniscono informazioni sullo stato di avanzamento degli accordi di rimodulazione del debito sottoscritti nel corso dell'esercizio 2011. In particolare si indicano i termini della rimodulazione del debito bancario relativo alle quattro banche finanziatrici, corrispondente ad un'esposizione pari ad Euro 6.101 mila al 30 giugno 2012 (era pari a Euro 6.098 mila al 31 dicembre 2011).
    Rimodulazione debito bancario (in migliaia di euro) Unicredit ( in precedenza Banca MB S.p.A.) Cariparma Banca Intesa S.Paolo BNL Debiti complessivi di cui Debiti per finanziamenti a breve termine di cui Debiti per finanziamenti a medio lungo termine Saldo al 30/6/2012 5.503 138 302 157 6.101 3.092 3.009 30/6/12 974 29 56 27 1.086 1.086 31/12/12 906 22 49 26 1.003 1.003 30/6/13 906 22 49 26 1.003 1.003 1.003 1.003 1.003 31/12/13 906 22 49 26 1.003 30/6/14 906 22 49 26 1.003 31/12/14 906 22 49 26 1.003

    - Unicredit S.p.A. (in precedenza Banca MB S.p.A.), in data 27 dicembre 2010, ha comunicato la disponibilità a concedere un periodo di grazia sino al 31 dicembre 2011 ed a prevedere il rimborso del debito dell'Emittente in sei rate semestrali posticipale (prima rata al 30 giugno 2012 ed ultima al 31 dicembre 2014) ai seguenti termini e condizioni: Importo da ristrutturare Euro 4.929 mila costituito dalla somma capitale oltre ad interessi al 30 marzo 2010. 14


    -

    Accordo risolutivamente condizionato al mancato rispetto delle obbligazioni di pagamento previste nell'accordo di rimodulazione stesso. Tasso interessi Euribor 6 mesi + 0,50%. Pagamento interessi: con il pagamento della prima rata al 30 giugno 2012 è previsto il pagamento di tutti gli interessi maturati sino a tale data (30 marzo 2010 * 30 giugno 2012).

    Con raccomandata del 25 maggio 2011, Banca MB S.p.A. ha comunicato all'Emittente di essere stata sottoposta a liquidazione coatta amministrativa ai sensi degli artt. 80 e 90 del TUB, previa revoca dell'autorizzazione all'attività bancaria con assunzione dei conseguenti provvedimenti di legge. In data 29 giugno 2011 Unicredit S.p.A. ha comunicato all'Emittente l'avvenuta cessione da parte di Banca MB in liquidazione dei crediti maturati dalla stessa nei confronti di K.R.Energy S.p.A. a favore di Unicredit S.p.A. e in data 22 luglio 2011 ha confermato l'efficacia e validità degli accordi precedentemente sottoscritti. Al 30 giugno 2012 il debito ammonta ad Euro 5.503 mila. Successivamente al 30 giugno è stata disposto il rimborso della prima rata per Euro 974 mila. - Cariparma S.p.A., in data 4 gennaio 2011, ha comunicato che il competente organo deliberante ha riconfermato la proposta di ripianare la posizione debitoria dell'Emittente con pagamento del debito in sei rate semestrali posticipale (prima rata al 30 giugno 2012 ed ultima al 31 dicembre 2014) nell'ambito della proceduta prevista dall'art. 67 della Legge Fallimentare, alle seguenti condizioni: Importo da ristrutturare pari ad Euro 157,81 mila oltre interessi al 31 marzo 2010 Pagamento delle rate scadute pari conteggiate in Euro 29,5 mila (pagamento già effettuato); Pagamento del debito in 6 rate semestrali di Euro 21,9 mila oltre interessi maturandi. Tasso interessi Euribor 6 mesi + 0,50%.

    Al 30 giugno 2012 il debito ammonta ad Euro 138 mila. Nel corso del mese di luglio è stata rimborsata la prima rata pari a Euro 29 mila. - Intesa San Paolo S.p.A., in data 4 gennaio 2011, ha comunicato che il competente organo deliberante ha autorizzato il rimborso del debito della Società prevedendo il pagamento delle rate scadute * pari ad Euro 174,5 mila - entro 30 giorni dall'ottenimento dell'esenzione OPA (importo già pagato per Euro 187 mila), con pagamento del debito residuo in sei rate semestrali posticipate (prima rata al 30 giugno 2012 ed ultima al 31 dicembre 2014) alle seguenti condizioni: Importo da ristrutturare Euro 441,1 mila oltre interessi al 31 dicembre 2010. Pagamento del residuo * per un ammontare di Euro 295,7 mila - in 6 rate semestrali di Euro 49,3 mila oltre interessi maturandi. Tasso interessi Euribor 6 mesi + 0,50%. Pagamento interessi: con il pagamento della prima rata al 30 giugno 2012 è previsto il pagamento di tutti gli interessi maturati sino a tale data (1° gennaio 2011 * 30 giugno 2012). Con riferimento alle altre rate il pagamento degli interessi sarà posticipato.

    -

    Al 30 giugno 2012 il debito ammonta ad Euro 302 mila. Nel corso del mese di luglio è stata rimborsata la prima rata pari a Euro 56 mila. BNL S.p.A., in data 13 aprile 2011, ha autorizzato la regolarizzazione del debito della Società prevedendo il pagamento delle rate scadute nel corso del 2011 e con pagamento del debito residuo in sei rate semestrali posticipale (prima rata al 30 giugno 2012 ed ultima al 31 dicembre 2014) alle seguenti condizioni: importo da ristrutturare Euro 187,9 mila oltre interessi al 31 marzo 2010 (Euro 192,1 mila al 30 giugno 2011). Pagamento di Euro 15,5 mila al 30 giugno 2011 (pagamento già effettuato per Euro 19,5 mila, comprensivo di interessi) e di Euro 15,5 mila al 31 dicembre 2011 (pagamento effettuato a gennaio 2012 per Euro 18 mila, comprensivo di interessi). Pagamento del residuo in 6 rate semestrali di Euro 26,1 mila oltre interessi maturandi. Tasso interessi Euribor a 6 mesi + 0,50%.

    Al 30 giugno 2012 il debito ammonta ad Euro 157 mila. Nel corso del mese di luglio è stata rimborsata la prima rata pari a Euro 27 mila. 15


    Stato di implementazione del piano industriale Ai sensi e per gli effetti dell'art. 114, comma 5°, D. Lgs. n.° 58/1998, a seguito della richiesta di Consob del 14.07.2009, prot. 9065375, di seguito si fornisce informativa sullo stato di implementazione del piano industriale del Gruppo K.R.Energy, con evidenziazione dello scostamento tra dati consuntivati rispetto a quelli previsti (qualora pubblicati) e lo stato delle azioni finalizzate al reperimento delle risorse necessarie per far fronte alle esigenze della gestione ordinaria, nonché ai fini del raggiungimento degli obiettivi del piano industriale. In data 28 marzo 2012, la Società ha riesaminato i propri piani di sviluppo, in linea con le logiche già definite nei piani precedentemente approvati nel corso del 2011, approvando un piano industriale per il periodo 2012- 2016 ("Il Piano 2012 * 2016"). In detto Piano 2012 -2016 la Società ha confermato i propri indirizzi strategici, riverificando in una logica più prudenziale, rispetto a precedenti ipotesi, le possibilità di accesso a fonti di finanziamento bancarie, tenuto conto del modificato contesto finanziario internazionale. E' confermata la previsione di entrare nel settore della produzione di energia da fonte geotermica e sono state riverificate le ridotte possibilità di sviluppo in ambito fotovoltaico. E' previsto che gli investimenti possano essere realizzati, facendo ricorso al supporto del sistema finanziario, e all'impegno di F.I.S.I. S.r.l. sopra descritto. E' previsto che grazie a detto impegno la Società potrebbe avere a disposizione le risorse necessarie per dotare (sotto forma di versamenti in conto capitale e/o di finanziamento soci) le società veicolo dei mezzi necessari a consentire l'erogazione di finanziamenti bancari. ***** Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Fabrizio di Francia, dichiara ai sensi dell'articolo 154*bis, comma 2, del D. Lgs. n. 58/1998 ("Testo Unico della Finanza"), che l'informativa sui dati patrimoniali, economici e finanziari contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili. La Relazione Finanziaria Semestrale sarà messa a disposizione del pubblico, presso la sede della Società, nonché sul sito internet K.R. Energy S.p.A. > Home nei termini di legge. Si allegano di seguito gli schemi relativi allo stato patrimoniale, conto economico e posizione finanziaria netta. ***** K.R.Energy S.p.A. è una holding di partecipazioni industriali, quotata alla Borsa di Milano, attiva nella produzione di energia da fonti rinnovabili, con un focus particolare nel settore solare. Il Gruppo KRENERGY è un player di riferimento nel settore dell'energia fotovoltaica, operando sia attraverso la realizzazione di progetti propri che attraverso processi di acquisizione e aggregazione con altri operatori del settore. Un attore integrato nella catena del valore dell'energia, le cui attività comprendono la progettazione, l'ingegnerizzazione e l'implementazione di soluzioni, anche innovative, finalizzate alla produzione da fonti rinnovabili * fotovoltaica, solare - e di soluzioni integrate ad alta efficienza energetica. Per ulteriori informazioni: Investor Relator Luca Lelli Tel. 02 305711 E-mail: investor.relator@krenergy.it

    16


    Prospetto della Posizione Patrimoniale-Finanziaria Consolidata
    (in migliaia di Euro) Attivo: Disponibilità liquide e mezzi equivalenti Attività finanziarie Crediti correnti verso soci e società del gruppo Crediti commerciali Altri crediti Rimanenze di magazzino Attività Correnti (A) Attività non correnti immateriali Totale Attività non correnti immateriali Immobili impianti e macchinari Altre attività non correnti materiali Totale Attività non correnti materiali Finanziamenti a m/l termine Partecipazioni Altre partecipazioni costituenti attività finanziarie disponibili per la vendita Crediti non correnti verso soci e società del gruppo Crediti commerciali non correnti Altri crediti non correnti Imposte differite attive Totale Altro attivo non corrente Attività Non Correnti (B) Attività Non Correnti destinate alla vendita ( C) Totale attivo (A + B + C) (in migliaia di Euro) Passivo e Patrimonio netto Debiti vs banche Debiti commerciali Debiti verso soci e società del gruppo Altri debiti Debiti per finanziamenti a breve termine Swap su tassi di interesse Debiti per imposte Fondi rischi Passività Correnti (D) Indebitamento finanziario a m/l termine Benefici successivi al rapporto di lavoro Fondo imposte differite passive Debiti verso soci e società del gruppo non correnti Altri debiti non correnti Debiti per imposte non correnti Fondi rischi non corrente Passività non Correnti (E) Capitale sociale Riserve e Perdite a nuovo Riserva di fair value Utili (Perdite) del periodo Patrimonio netto (F) Patrimonio di pertinenza di terzi Utili (Perdita) di pertinenza di terzi Patrimonio netto di Terzi (G) Passività non correnti destinate alla vendita (H) Totale passivo ( D + E + F + G + H) 99.785 5.992 3.038 2.416 4.811 3.709 1.084 313 21.363 26.745 187 1.313 11.854 3.751 2 565 44.417 39.214 (2.762) (2.919) (4.103) 29.430 4.514 61 4.575 13.163 3.038 2.893 3.987 3.253 634 211 27.180 26.116 146 1.402 0 3.894 2 2.803 34.362 39.214 13.501 (2.526) (20.851) 29.338 5.238 (339) 4.899 95.779 (7.171) 0 (477) 824 456 450 102 (5.817) 629 41 (89) 11.854 (143) (2.238) 10.054 (16.263) (393) 16.748 92 (724) 400 (324) 4.006 4% 0% -54% 0% -17% 21% 14% 71% 48% -21% 2% 28% -6% 100% -4% 0% -80% 29% 0% -120% 16% -80% 0% -14% -118% -7% 2.557 1.309 360 3.844 4.782 90 12.942 25.704 25.704 50.124 243 50.367 50 151 140 8.218 2.213 10.772 86.843 99.785 30-giu-12 6.651 562 360 4.880 4.606 199 17.258 7.636 7.636 46.058 3.229 49.287 10.000 151 140 200 8.870 2.237 21.598 78.521 95.779 31-dic-11 Variazione (4.094) 747 (1.036) 176 (109) (4.316) 18.068 18.068 4.066 (2.986) 1.080 (9.950) (200) (652) (24) (10.826) 8.322 4.006 Variazione % 4% -62% 133% 0% -21% 4% -55% -25% 237% 237% 9% -92% 2% 0% -100% 0% 0% -100% -7% -1% -50% 11% 30-giu-12 31-dic-11 Variazione Variazione %


    Prospetto del Risultato Economico Consolidato
    (in migliaia di Euro) Ricavi di vendita Var.ne Rimanenze per lavori in corso su ordinazione Totale ricavi lordi Altri ricavi e proventi Incrementi di Immobilizzazioni per lavori interni Altri ricavi e proventi e sconti Ricavi netti Costi di produzione Var.ni Rimanenze mat prime,sussid, consumo e merci Costi per servizi Costi per godimento beni di terzi Altri costi operativi Totale costi operativi Salari e stipendi Oneri sociali Trattamento di fine rapporto Altri costi del personale Totale costo del personale Risultato operativo lordo Ammortamenti Svalutazioni Totale ammortamenti e svalutazioni Risultato operativo netto Proventi finanziari Oneri finanziari Totale gestione finanziaria Risultato prima delle imposte Imposte Imposte anticipate Totale imposte Risultato netto di attività operative in esercizio Risultato netto di attività operative cessate Risultato netto consolidato di cui : Risultato d'esercizio di Gruppo di cui: Risultato di terzi Primo semestre 2012 1.959 1.959 4.106 62 4.168 6.127 (202) (108) (1.542) (278) (1.512) (3.642) (644) (146) (26) (18) (834) 1.651 (1.858) (241) (2.099) (448) 7 (809) (802) (1.250) (774) 35 (739) (1.989) (2.053) (4.042) (4.103) 61 Primo semestre 2011 (**) 1.059 6 1.065 2.165 3.433 5.598 6.663 (1.922) (65) (2.873) (225) (1.017) (6.102) (649) (143) (31) (11) (834) (273) (1.254) (4.024) (5.278) (5.551) 4 (1.428) (1.424) (6.975) (1.146) 1.502 356 (6.619) (12) (6.631) (7.547) 916 Secondo trimestre 2012 1.189 1.189 2.728 62 2.790 3.979 (80) (108) (946) (152) (1.323) (2.609) (336) (73) (14) (5) (428) 942 (930) (241) (1.171) (229) (23) (254) (277) (506) (627) 47 (580) (1.086) (2.053) (3.139) (3.601) 462 Secondo trimestre 2011 (**) 767 (55) 712 1.352 2.472 3.824 4.536 (1.650) (62) (1.741) (51) (254) (3.758) (318) (75) (19) (5) (417) 361 (629) (4.024) (4.653) (4.292) 6 (1.055) (1.049) (5.341) (446) 883 437 (4.904) (33) (4.937) (5.279) 342

    (**) I dati comparativi al 30 giugno 2011 sono stati rideterminati, secondo quanto previsto dal paragrafo 34 dell'IFRS 5, al fine di fornire una informativa omogenea in relazione alle attività operative cessate.

    18


    Prospetto del Risultato Economico Complessivo Consolidato

    (in migliaia di ) Risultato netto consolidato del periodo (A) Parte efficace degli utili/(perdite) sugli strumenti di copertura di flussi finanziari ("cash flow hedge") Utili/(perdite) dalla rideterminazione di attività finanziarie disponibili per la vendita ("available-for-sale") Utili/(perdite) derivanti dalla conversione dei bilanci di imprese estere Totale Altri utili/(perdite), al netto dell'effetto fiscale (B) Totale Utile/(perdita) complessivo (A)+(B) Totale Utile/(perdita) complessivo attribuibile a: Soci della controllante Interessenze di pertinenza di terzi

    Primo semestre 2012 (4.042) (393) 2 (391) (4.433) (4.302) (131)

    Primo semestre 2011 (6.631) 222 7 229 (6.402) (7.430) 1.028

    Secondo trimestre 2012 (3.139) (257) (55) (312) (3.451) (3.765) 314

    Secondo trimestre 2011 (4.937) (91) (47) (138) (5.075) (5.355) 280

    Posizione finanziaria netta consolidata
    (in migliaia di Euro) A. Disponibilità liquide B. Titoli tenuti a disposizione C. Liquidità (A+B) D. Crediti finanziari correnti E. debiti bancari correnti F. Parte corrente dell'indebitamento non corrente G. Altri debiti finanziari correnti H Indebitamento finanziario corrente (E+ F+G) I Indebitamento finanziario corrente netto (H+D+C) J. Debiti bancari non correnti K. Obbligazioni emesse L. Altri crediti (debiti) non correnti M.Indebitamento finanziario non corrente (J+K+L) N. Indebitamento finanziario netto (I+M) 30-giu-12 2.557 2.557 1.309 (4.698) (6.018) (10.716) (6.850) (25.435) (13.025) (38.460) (45.310) 31-dic-11 6.651 6.651 562 (3.987) (5.450) (9.437) (2.224) (26.116) 138 (25.978) (28.202) Variazione (4.094) (4.094) 747 (711) (568) (1.279) (4.626) 681 (13.163) (12.482) (17.108) Variazione % -62% -62% 133% 18% 10% 14% 208% -3% -9538% 48% 61%

    19

  6. #95
    Junior Member L'avatar di antoniopignata
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    salerno
    Messaggi
    20
    Potenza Reputazione
    0
    To view the document in .PDF format, click on: http://ReadOnly%40tr.191.it:R2311201...d_11348074.pdf Milano, 8agosto 2012 COMUNICATO STAMPA K.R.ENERGY S.P.A. K.R.Energy sottoscrive il contratto di Equity Line ofCredit con GEM K.R.Energy S.p.A. (di seguito KRE o la Società), F.I.S.I. S.r.l. (di seguito FISI), GEM Global Yield Fund Limited (di seguito GEM) e GEM Investments America LLC (di seguito GEM America) hanno sottoscritto, in data 7 agosto 2012, unaccordo (il "Contratto GEM") - ricevuto in data odierna - con il quale GEM si è impegnata a sottoscrivere, in diverse tranche, e con una tempistica delle emissioni governata dalla Società, un aumento di capitale con esclusione del diritto d'opzione (diseguito l'Aumento di Capitale GEM) riservato a GEM nella forma di equity line of credit, fino ad un ammontare massimo pari ad Euro 35 milioni, nell'arco temporale di cinque anni dalla sottoscrizione, sulla base di richieste di sottoscrizione formulateda KRE in conformità alle condizioni e ai termini contenuti nel Contratto GEM (le "Richieste di Sottoscrizione"). Modalità di determinazione del numero di azioni da sottoscrivere Il Contratto GEM prevede che, a partire dalla data di efficacia del Contratto GEM ed entro 5 anni decorrenti da tale data, KRE possa richiedere a GEM la sottoscrizione di un numero di azioni di nuova emissione (comprendenti ciascuna Richiesta di Sottoscrizione). Tale numero di azioni è determinato sulla base dei volumi medi giornalieri di scambio delle azioni KRE negoziate sul MTA. KRE potrà richiedere a GEM di sottoscrivere un numero di azioni di nuova emissione pari fino al 700% della media dei volumi giornalieri di scambio registrati sul MTA nei 15 giorni di borsa aperta precedenti la Richiesta di Sottoscrizione (escludendo dal computo relativo a ciascun volume giornaliero le operazioni fuori mercato e le operazioni di scambio che hanno ad oggetto una quantità di azioni uguale o superiore a n. 50.000 azioni).GEM avrà l'obbligo di sottoscrivere non meno del 50% delle azioni incluse in ogni Richiesta di Sottoscrizione, con facoltà di sottoscrivere fino al 200% di ogni Richiesta di Sottoscrizione. Modalità di determinazione del prezzo di sottoscrizione Il prezzo di sottoscrizione delle azioni derivanti dall'aumento di capitale riservato a GEM sarà pari al 90% della media dei Prezzi di Chiusura denaro rilevato su Bloomberg ("Prezzo di Chiusura") del titolo KRE rilevati durante il Periodo di Riferimento(come di seguito definito) ignorando ogni giorno rimosso ("Giorno Rimosso"), intendendosi come tale ogni giorno a) in cui (i) il 90% del Prezzo di Chiusura è inferiore al prezzo minimo ("Prezzo Minimo") di ciascuna Richiesta di Sottoscrizione o (ii) leazioni ordinarie non sono negoziate sul MTA, o b) che GEM stabilisca di considerarlo come Giorno Rimosso a causa del verificarsi di un Material Adverse Effect (cioè (i) una circostanza relativa a KRE che non permetta alla stessa di rispettare, in modosostanziale, quanto previsto dal Contratto GEM ovvero (ii) che le azioni KRE cessino di essere negoziate sul MTA ovvero (iii) la negoziazione sia sospesa per più di cinque giorni di borsa aperta) o (c) si sia verificato un cambiamento significato nellacompagine sociale (che comporti una riduzione sotto del 20% del possesso azionario - diretto o indiretto - del principale azionista) (complessivamente "Prezzo di Sottoscrizione"). L'intervallo temporale per la formazione del prezzo di sottoscrizione delle azioni dell'Aumento di Capitale GEM da parte di GEM è pari ai 15 giorni di borsa aperta ("Periodo di Riferimento") successivi alla presentazione di una Richiesta di Sottoscrizione da parte di KRE. KRE avrà il diritto di indicare, in ciascunaRichiesta di Sottoscrizione, un Prezzo Minimo di sottoscrizione delle azioni oggetto di tale richiesta. In tal caso, se il Prezzo di Chiusura delle azioni KRE durante un giorno ricompreso nel Periodo di Riferimento moltiplicato per il 90% è inferiore al Prezzo Minimo di sottoscrizione, tale prezzo sarà rimosso dal calcolo della media dei prezzi giornalieri registrati durante il Periodo di Riferimento e il numero delle azioni comprendenti la Richiesta di Sottoscrizione sarà ridotto di 1/15 per effettodelle previsioni dettate dal Giorno Rimosso. Condizioni a cui è subordinata l'emissione delle nuove azioni L'inoltro da parte di KRE di ciascuna Richiesta di Sottoscrizione dalla quale sorga il conseguente impegno di GEM a sottoscrivere le azioniincluse nella Richiesta di Sottoscrizione nelle modalità sopra esposte, è subordinata al soddisfacimento delle seguenti condizioni, rinunciabili da parte di GEM: (i) le azioni oggetto del prestito in relazione a ciascuna Richiesta di Sottoscrizionesiano state depositate sul conto di GEM presso Monte Titoli; (ii) le azioni KRE in circolazione siano negoziate sul MTA; (iii) KRE abbia ottenuto e siano valide ed efficaci tutte le autorizzazioni richieste dalla normativa vigente per le nuove azionida emettersi nell'ambito dell'aumento di capitale - per un ammontare pari al 200% - a fronte di una Richiesta di Sottoscrizione nonché tali nuove azioni siano ammissibili alle negoziazioni sul MTA; (iv) le dichiarazioni e garanzie rilasciate da KRE nel Contratto GEM siano veritiere e corrette ad ogni data di trasmissione di ciascuna Richiesta di Sottoscrizione; (v) KRE abbia sostanzialmente adempiuto e rispettato tutti i termini e le condizioni previste nel Contratto GEM, alla -o prima della- datadi trasmissione della Richiesta di Sottoscrizione; e (vi) la quotazione delle azioni KRE sul MTA non sia stata sospesa per cinque o più giorni consecutivi durante i trenta giorni di borsa aperta antecedenti alla trasmissione della Richiesta diSottoscrizione. Modalità di gestione della prima Richiesta di Sottoscrizione Il Contratto GEM prevede la possibilità in capo a KRE di effettuare la prima richiesta di sottoscrizione ("Prima Richiesta di Sottoscrizione") prima che l'Assembleadegli Azionisti abbia assunto la delibera di Aumento di Capitale GEM e che la Società abbia ottenuto le necessarie autorizzazioni alla pubblicazione di un prospetto di quotazione ai fini dell'ammissione alle negoziazioni sul MTA delle azioni che saranno emesse nell'ambito dell'Aumento di Capitale GEM. In particolare, GEM si è impegnata ad effettuare un "versamento in conto futuro aumento di capitale", a fronte della Prima Richiesta di Sottoscrizione per un numero di azioni pari ad Euro 2.200.000diviso il 90% del Prezzo di Chiusura risultante su Bloomberg il giorno antecedente la richiesta d sottoscrizione Tale ammontare di azioni sarà utilizzato per sottoscrivere la prima tranche dell'Aumento di Capitale GEM al Prezzo di Sottoscrizione. In relazione alla Prima Richiesta di Sottoscrizione GEM ha l'obbligo di sottoscrivere - una volta emesse - non meno del 100% delle azioni incluse nella Prima Richiesta di Sottoscrizione, con facoltà di sottoscrivere fino al 200% della prima Richiesta diSottoscrizione. La Prima Richiesta di Sottoscrizione è subordinata al soddisfacimento delle condizioni sopra indicate, ad eccezione di quella prevista al punto (iii). L'assegnazione gratuita di warrant a favore di GEM e le modalità di eserciziodei warrant Il Contratto GEM prevede, altresì, l'assegnazione gratuita a GEM di un warrant (il "Warrant GEM") che conferisce la facoltà di sottoscrivere 6.100.000 azioni KRE di nuova emissione, ad un prezzo di Euro 6,00 per azione ("Prezzo diesercizio"),salvo rettifiche, per un controvalore di Euro 36,6 milioni, da esercitarsi entro 5 anni dall'emissione del Warrant GEM. E' stato previsto che

  7. #96
    Senior Member L'avatar di Wild-Truck69
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    714
    Potenza Reputazione
    5
    Non riesco a decifrare se e' una cosa positiva oppure se stanno facendo scendere il titolo appositamente per far entrare questi GEM ..........
    assegneranno azioni gratuite warrant Gem per 6,1 miliardi al prezzo di 6 euro per azione.....

    Ma se daranno warrant gratuite cosa daranno in cambio ...........
    non sara' mica una scatola vuota tipo seat PG.....

    Vedo cosa riesco a decifrare da questa cosa.....

  8. #97
    Senior Member L'avatar di Wild-Truck69
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    714
    Potenza Reputazione
    5

  9. #98
    Senior Member L'avatar di camù
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    1,390
    Potenza Reputazione
    6
    Citazione Originariamente Scritto da Wild-Truck69 Visualizza Messaggio
    mi dice sito sospetto di pishing, non lo apro per sicurezza, sto lavorando con un computer non mio, quindi per prudenza.
    Puio copiare il testo e incollarlo?

  10. #99
    Senior Member L'avatar di Wild-Truck69
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    714
    Potenza Reputazione
    5
    COMUNICATO STAMPA
    K.R.ENERGY S.P.A.
    K.R.Energy sottoscrive il contratto di Equity Line of Credit con GEM
    K.R.Energy S.p.A. (di seguito KRE o la Società), F.I.S.I. S.r.l. (di seguito FISI), GEM Global Yield Fund Limited (di seguito GEM) e
    GEM Investments America LLC (di seguito GEM America) hanno sottoscritto, in data 7 agosto 2012, un accordo (il “Contratto GEM”)
    – ricevuto in data odierna - con il quale GEM si è impegnata a sottoscrivere, in diverse tranche, e con una tempistica delle emissioni
    governata dalla Società, un aumento di capitale con esclusione del diritto d’opzione (di seguito l’Aumento di Capitale GEM)
    riservato a GEM nella forma di equity line of credit, fino ad un ammontare massimo pari ad Euro 35 milioni, nell’arco temporale di
    cinque anni dalla sottoscrizione, sulla base di richieste di sottoscrizione formulate da KRE in conformità alle condizioni e ai termini
    contenuti nel Contratto GEM (le “Richieste di Sottoscrizione”).
    Modalità di determinazione del numero di azioni da sottoscrivere
    Il Contratto GEM prevede che, a partire dalla data di efficacia del Contratto GEM ed entro 5 anni decorrenti da tale data, KRE possa
    richiedere a GEM la sottoscrizione di un numero di azioni di nuova emissione (comprendenti ciascuna Richiesta di Sottoscrizione).
    Tale numero di azioni è determinato sulla base dei volumi medi giornalieri di scambio delle azioni KRE negoziate sul MTA. KRE
    potrà richiedere a GEM di sottoscrivere un numero di azioni di nuova emissione pari fino al 700% della media dei volumi giornalieri di
    scambio registrati sul MTA nei 15 giorni di borsa aperta precedenti la Richiesta di Sottoscrizione (escludendo dal computo relativo a
    ciascun volume giornaliero le operazioni fuori mercato e le operazioni di scambio che hanno ad oggetto una quantità di azioni uguale
    o superiore a n. 50.000 azioni). GEM avrà l’obbligo di sottoscrivere non meno del 50% delle azioni incluse in ogni Richiesta di
    Sottoscrizione, con facoltà di sottoscrivere fino al 200% di ogni Richiesta di Sottoscrizione.
    Modalità di determinazione del prezzo di sottoscrizione
    Il prezzo di sottoscrizione delle azioni derivanti dall’aumento di capitale riservato a GEM sarà pari al 90% della media dei Prezzi di
    Chiusura denaro rilevato su Bloomberg (“Prezzo di Chiusura”) del titolo KRE rilevati durante il Periodo di Riferimento (come di
    seguito definito) ignorando ogni giorno rimosso (“Giorno Rimosso”), intendendosi come tale ogni giorno a) in cui (i) il 90% del
    Prezzo di Chiusura è inferiore al prezzo minimo (“Prezzo Minimo”) di ciascuna Richiesta di Sottoscrizione o (ii) le azioni ordinarie
    non sono negoziate sul MTA, o b) che GEM stabilisca di considerarlo come Giorno Rimosso a causa del verificarsi di un Material
    Adverse Effect (cioè (i) una circostanza relativa a KRE che non permetta alla stessa di rispettare, in modo sostanziale, quanto
    previsto dal Contratto GEM ovvero (ii) che le azioni KRE cessino di essere negoziate sul MTA ovvero (iii) la negoziazione sia
    sospesa per più di cinque giorni di borsa aperta) o (c) si sia verificato un cambiamento significato nella compagine sociale (che
    comporti una riduzione sotto del 20% del possesso azionario - diretto o indiretto - del principale azionista) (complessivamente
    “Prezzo di Sottoscrizione”).
    L’intervallo temporale per la formazione del prezzo di sottoscrizione delle azioni dell’Aumento di Capitale GEM da parte di GEM è
    pari ai 15 giorni di borsa aperta (“Periodo di Riferimento”) successivi alla presentazione di una Richiesta di Sottoscrizione da parte
    di KRE.
    KRE avrà il diritto di indicare, in ciascuna Richiesta di Sottoscrizione, un Prezzo Minimo di sottoscrizione delle azioni oggetto di tale
    richiesta. In tal caso, se il Prezzo di Chiusura delle azioni KRE durante un giorno ricompreso nel Periodo di Riferimento moltiplicato
    per il 90% è inferiore al Prezzo Minimo di sottoscrizione, tale prezzo sarà rimosso dal calcolo della media dei prezzi giornalieri
    registrati durante il Periodo di Riferimento e il numero delle azioni comprendenti la Richiesta di Sottoscrizione sarà ridotto di 1/15 per
    effetto delle previsioni dettate dal Giorno Rimosso.
    Condizioni a cui è subordinata l’emissione delle nuove azioni
    L’inoltro da parte di KRE di ciascuna Richiesta di Sottoscrizione dalla quale sorga il conseguente impegno di GEM a sottoscrivere le
    azioni incluse nella Richiesta di Sottoscrizione nelle modalità sopra esposte, è subordinata al soddisfacimento delle seguenti
    condizioni, rinunciabili da parte di GEM:
    (i) le azioni oggetto del prestito in relazione a ciascuna Richiesta di Sottoscrizione siano state depositate sul conto di GEM presso
    Monte Titoli;
    (ii) le azioni KRE in circolazione siano negoziate sul MTA;
    (iii) KRE abbia ottenuto e siano valide ed efficaci tutte le autorizzazioni richieste dalla normativa vigente per le nuove azioni da
    emettersi nell’ambito dell’aumento di capitale - per un ammontare pari al 200% - a fronte di una Richiesta di Sottoscrizione nonché
    tali nuove azioni siano ammissibili alle negoziazioni sul MTA;
    (iv) le dichiarazioni e garanzie rilasciate da KRE nel Contratto GEM siano veritiere e corrette ad ogni data di trasmissione di ciascuna
    Richiesta di Sottoscrizione;
    (v) KRE abbia sostanzialmente adempiuto e rispettato tutti i termini e le condizioni previste nel Contratto GEM, alla -o prima delladata di trasmissione della Richiesta di Sottoscrizione; e
    (vi) la quotazione delle azioni KRE sul MTA non sia stata sospesa per cinque o più giorni consecutivi durante i trenta giorni di borsa
    aperta antecedenti alla trasmissione della Richiesta di Sottoscrizione.
    Modalità di gestione della prima Richiesta di Sottoscrizione
    Il Contratto GEM prevede la possibilità in capo a KRE di effettuare la prima richiesta di sottoscrizione (“Prima Richiesta di
    Sottoscrizione”) prima che l’Assemblea degli Azionisti abbia assunto la delibera di Aumento di Capitale GEM e che la Società abbia
    ottenuto le necessarie autorizzazioni alla pubblicazione di un prospetto di quotazione ai fini dell’ammissione alle negoziazioni sul
    MTA delle azioni che saranno emesse nell’ambito dell’Aumento di Capitale GEM. In particolare, GEM si è impegnata ad effettuare
    un “versamento in conto futuro aumento di capitale”, a fronte della Prima Richiesta di Sottoscrizione per un numero di azioni pari ad
    Euro 2.200.000 diviso il 90% del Prezzo di Chiusura risultante su Bloomberg il giorno antecedente la richiesta d sottoscrizione Tale
    ammontare di azioni sarà utilizzato per sottoscrivere la prima tranche dell’Aumento di Capitale GEM al Prezzo di Sottoscrizione. In
    relazione alla Prima Richiesta di Sottoscrizione GEM ha l’obbligo di sottoscrivere - una volta emesse - non meno del 100% delle
    azioni incluse nella Prima Richiesta di Sottoscrizione, con facoltà di sottoscrivere fino al 200% della prima Richiesta di Sottoscrizione.
    La Prima Richiesta di Sottoscrizione è subordinata al soddisfacimento delle condizioni sopra indicate, ad eccezione di quella prevista
    al punto (iii).
    L’assegnazione gratuita di warrant a favore di GEM e le modalità di esercizio dei warrant
    Il Contratto GEM prevede, altresì, l’assegnazione gratuita a GEM di un warrant (il “Warrant GEM”) che conferisce la facoltà di
    sottoscrivere 6.100.000 azioni KRE di nuova emissione, ad un prezzo di Euro 6,00 per azione (“Prezzo di esercizio”),salvo rettifiche,
    per un controvalore di Euro 36,6 milioni, da esercitarsi entro 5 anni dall’emissione del Warrant GEM. E’ stato previsto che
    l'emissione del Warrant GEM debba avvenire entro il 31 gennaio 2013. In difetto, KRE pagherà a GEM una somma pari al maggiore
    tra (i) un ammontare in dollari americani corrispondente al valore Black -Scholes dei Warrant
    1
    determinato alla chiusura del giorno
    immediatamente precedente di borsa aperta il 31 gennaio 2013 come se il Warrant fosse stato emesso in quel summenzionato
    giorno di borsa aperta e (ii) la differenza positiva tra il Prezzo di Chiusura al 31 marzo 2013 e il Prezzo di Esercizio di Euro 6,00 per
    ogni azione ordinaria moltiplicato per 6.100.000. Il pagamento sarà effettuato da KRE in contanti ovvero trasferendo a GEM un
    equivalente in azioni determinato sulla base del Prezzo di Chiusura del 31 gennaio 2013.
    1(
    Il valore Black-Scholes è il valore del warrant basato sul modello Black-Scholes di prezzo delle opzioni ottenuto dalla funzione “BSV” di
    Bloomberg determinato alla data di riferimento applicando (i) un tasso di interesse, privo di rischio, corrispondente ad un titolo di stato italiano, per
    un periodo pari alla durata residua del warrant e (ii) un prezzo per un azione ordinaria pari al prezzo di chiusura denaro alla data di riferimento.)
    Informazioni relative all’eventuale esistenza di impegni delle parti a non compiere operazioni aventi ad oggetto azioni KRE
    e ad altre clausole contrattuali
    Non sussistono in capo a GEM obblighi di mantenimento dei titoli sottoscritti né KRE ha concluso con GEM accordi per la rivendita
    delle azioni sul mercato. La responsabilità della valutazione sulla ricorrenza o meno dell’obbligo di un prospetto di offerta in caso di
    successiva rivendita, alla luce di quanto previsto dall’art. 100-bis del TUF, spetta a GEM nonché agli ulteriori investitori qualificati che
    eventualmente acquisiscano successivamente i titoli ricollocandoli poi sul mercato. GEM potrà vendere azioni KRE anche durante ogni Periodo di Riferimento interessato, ma in questo caso GEM non potrà vendere azioni KRE in misura superiore ad un 1/15 di
    ogni Richiesta di Sottoscrizione in ogni giorno di borsa aperta durante il Periodo di Riferimento. Inoltre, GEM ha assunto l’impegno di
    non vendere, durante il periodo di efficacia del Contratto GEM, azioni KRE in circolazione per un ammontare superiore al numero di
    azioni KRE di cui è titolare o che ha il diritto di acquistare a fronte di una Richiesta di Sottoscrizione presentata o dei Warrant GEM.
    Infine, GEM ha assunto l’impegno di non effettuare alcuna operazione avente ad oggetto le azioni KRE prima della presentazione
    della prima Richiesta di Sottoscrizione di KRE.
    Le suddette eventuali cessioni potrebbero comportare delle oscillazioni sulle quotazioni del titolo KRE e, conseguentemente,
    potrebbero avere degli effetti sulla determinazione del prezzo di emissione della nuove azioni KRE oggetto di ciascuna Richiesta di
    Sottoscrizione.
    Dal momento della sottoscrizione ed emissione delle azioni rivenienti dall’Aumento di Capitale GEM le stesse saranno assoggettate,
    al pari delle azioni ordinarie KRE, attualmente in circolazione, alle norme in materia di Offerte Pubbliche di Acquisto (OPA) previste
    dal D.Lgs. 58/98 (o TUF) e dai relativi regolamenti di attuazione. Pertanto in caso di superamento della soglia del 30% troverà
    applicazione la normativa sull’OPA.
    KRE ha assunto l’impegno, durante il periodo di efficacia del Contratto GEM a non effettuare operazioni che comportino l’emissione
    di azioni aventi diritti diversi dalle azioni ordinarie attualmente in circolazione e oggetto del Contratto GEM.
    Si precisa che non esistono altri accordi di selling restrinction e lock up tra le parti del Contratto GEM. Fermo quanto sopra esposto,
    in relazione a ciascuna tranche non sono previste clausole sospensive o risolutive (ad es. clausole di stop-loss).
    Informazioni sul prestito titoli di FISI a favore di GEM
    Il Contratto GEM prevede un prestito titoli con FISI, in base al quale FISI presterà a GEM un quantitativo di azioni pari al 200% delle
    azioni (il “Prestito Azioni”) oggetto di ciascuna Richiesta di Sottoscrizione. Il Prestito delle Azioni dovrà essere effettuato prima della
    data di trasmissione della Richiesta di Sottoscrizione e terminerà il giorno successivo a quello in cui KRE avrà trasmesso a FISI le
    azioni relative alle singole Richieste di Sottoscrizione come da indicazioni rilasciate da GEM a KRE ai sensi del Contratto GEM. Il
    prestatore potrà recedere dal prestito titoli con un preavviso a GEM di tre mesi ma in quel caso GEM non sarà tenuto ad adempiere
    agli obblighi previsti dal Contratto GEM fino a quando gli obblighi di FISI saranno assunti da un nuovo prestatore, accettato da GEM.
    Informazioni sulla natura e l’entità delle commissione applicate
    In ordine alla natura ed entità delle commissioni applicate, KRE si è impegnata a versare a GEM America una commissione pari
    all’1,5% del totale delle Richieste di Sottoscrizione, pari a Euro 525.000, che sarà corrisposto a GEM America da GEM in deduzione
    della somma ricevuta con la Prima Richiesta di Sottoscrizione. Qualora allo scadere del 12° mese dalla data di efficacia del
    Contratto GEM (i.e. il 7 agosto 2013) non sia stata sottoscritta alcune tranche dell’Aumento di Capitale GEM, KRE è tenuta a versare
    l’intera commissione a GEM America. In relazione a questo obbligo di pagamento, KRE ha sottoscritto una promissory note a favore
    di GEM America per tale importo.
    Se per ogni ragione – KRE non assolve le proprie obbligazioni di pagamento della commissione come sopra esposti, o, la stessa
    cessa di portare avanti le proprie attività o nel caso in cui sia iniziata una qualsiasi forma di insolvenza o procedura analoga prima
    che la commissione sia stata interamente pagata, la commissione diventerà immediatamente dovuta e pagabile. In caso di ritardato
    pagamento si applica un tasso di interesse del 4%.
    Clausole di risoluzione del contratto
    Il Contratto GEM potrà essere risolto, oltre che per mutuo consenso ovvero da parte di KRE al verificarsi di violazioni significative al
    Contratto GEM, anche da GEM al verificarsi delle seguenti ipotesi: a) KRE abbia violato in modo sostanziale le dichiarazioni,
    garanzie, covenants o accordi previsti nel Contratto GEM ovvero non abbia posto rimedio a tali violazioni entro 5 giorni lavorativi
    dalla comunicazione di tali violazioni; (b) si sia verificato un evento comportante un Material Adverse Effect (cioè (i) una circostanza
    relativa a KRE che non permetta alla stessa di rispettare, in modo sostanziale, quanto previsto dal Contratto GEM ovvero (ii) che le
    azioni KRE cessino di essere negoziate sul MTA ovvero (iii) la negoziazione sia sospesa per più di cinque giorni di borsa aperta) o (c)
    si sia verificato un cambiamento significato nella compagine sociale (che comporti una riduzione sotto del 20% del possesso
    azionario - diretto o indiretto - del principale azionista).
    Si segnala che, oltre a quanto sopra descritto, e alle dichiarazioni e garanzie tipiche per questo tipo di operazioni, il Contratto GEM
    non contiene covenants significativi salvo quelli relativi (i) alla ripartizione dei costi per la sottoscrizione ed esecuzione del Contratto
    GEM nonché (ii) agli impegni di KRE di adempiere agli obblighi di informativa previsti dalla normativa e regolamentazione applicabile.
    Informazioni sulla pubblicazione di prospetti di quotazione ed eventuali prospetti di offerta
    KRE non intende pubblicare un prospetto di offerta prima dell’esecuzione dell’Aumento di Capitale. Tuttavia, KRE intende pubblicare
    un prospetto di quotazione ai fini dell’ammissione alle negoziazioni sul MTA delle azioni che saranno emesse nell’ambito
    dell’Aumento di Capitale GEM, nei tempi previsti dalla normativa applicabile, ferma restando la possibilità di avvalersi dell’esenzione
    di cui all’art. 57, comma primo, lett. a), Regolamento Emittenti.
    Motivazione dell’operazione di Equity Line of Credit
    L’Aumento di Capitale GEM, come sopra esposto, servirà a supportare finanziariamente i piani di investimento nel piano industriale
    della Società 2012-2016, garantendo un rafforzamento della struttura patrimoniale e finanziaria della Società e del Gruppo ad essa
    facente capo. Inoltre, la facoltà di GEM di sottoscrivere fino ad indicativi Euro 36,6 milioni, mediante l’esercizio dei Warrant GEM,
    laddove esercitata, consentirebbe l’afflusso di ulteriori risorse finanziarie, contribuendo al complessivo rafforzamento finanziario e
    patrimoniale della Società e del Gruppo KRE a supporto dei piani di sviluppo.
    Indicazioni sugli effetti diluitivi
    L’esecuzione dell’Aumento di Capitale GEM comporterà un effetto diluitivo certo, ma variabile e non ipotizzabile, sulle partecipazioni
    possedute dagli attuali azionisti di KRE, che dipenderà in particolare dalla quota di capitale della Società effettivamente sottoscritta
    da GEM e dal prezzo di emissione in occasione della sottoscrizione delle singole Richieste di Sottoscrizione eventualmente
    avanzate da KRE a GEM. Anche l’eventuale sottoscrizione di azioni a seguito dell’esercizio dei Warrant da parte di GEM potrebbe
    avere effetti diluitivi sulle partecipazioni possedute dagli azionisti di KRE. La determinazione del prezzo di emissione delle azioni è
    strettamente condizionata (i) all’andamento dei prezzi di mercato del titolo registrato nel Periodo di Riferimento - corrispondente a un
    brevissimo arco temporale – e (ii) all’estensione dell’intervallo temporale previsto per il completamento delle sottoscrizioni
    dell’Aumento di Capitale GEM.
    Ipotizzando l’intera sottoscrizione dell’Aumento di Capitale GEM ad un prezzo denaro ipotetico costante nel tempo pari al 90% di
    quello risultante alla chiusura della giornata dell’8 agosto 2012, pari a Euro 1,710, l’effetto diluitivo sarebbe circa del 39%.
    Ipotizzando anche l’integrale sottoscrizione dell’aumento di capitale al servizio dei Warrant GEM a seguito dell’esercizio degli stessi
    ad un prezzo ipotetico, pari a Euro 6,00 per azione, la diluizione sarebbe circa del 46%.
    Le delibere assembleari da assumere
    A seguito della sottoscrizione del Contratto GEM il Consiglio di Amministrazione di KRE sarà chiamato a convocare un’Assemblea
    Straordinaria per deliberare in merito all’Aumento di Capitale GEM. In particolare l’Assemblea sarà chiamata a deliberare sulla
    proposta di aumentare il capitale sociale a pagamento sino ad un massimo di Euro 35.000.000, inclusivo di sovraprezzo, in via
    scindibile, con esclusione del diritto di opzione ai sensi dell’art. 2441, com. 5 e 6 c.c. riservato a GEM mediante emissione di nuove
    azioni ordinarie KRE, prive del valore nominale, con le modalità e le condizioni di sottoscrizione previste dal Contratto GEM. Il
    suddetto aumento di capitale sarà da eseguirsi entro e non oltre il quinto anniversario dalla data di efficacia del Contratto GEM.
    L’Assemblea Straordinaria sarà inoltre chiamata a deliberare in ordine all’emissione di un warrant globale da assegnare
    gratuitamente a GEM il quale fornisce il diritto di sottoscrivere massime n. 6.100.000 di azioni ordinarie di KRE prive di valore
    nominale, di nuova emissione (le “Azioni di Compendio”) al prezzo di Euro 6,00 ciascuna, salvo rettifiche, esercitabile anche in più
    tranche dalla data di emissione del warrant stesso e fino al quinto anniversario della predetta data di emissione, trasferibili ai termini
    e alle condizioni di cui al relativo regolamento. Nella predetta data l’Assemblea Straordinaria sarà chiamata a deliberare di
    aumentare il capitale sociale a pagamento, in via scindibile, con esclusione del diritto di opzione ai sensi dell’art. 2441, com. 5 e 6
    c.c., da liberarsi anche in più riprese, mediante la sottoscrizione di massime n. 6.100.000 Azioni di Compendio, prive del valore
    nominale, aventi il medesimo godimento e le medesime caratteristiche delle azioni in circolazione alla data di emissione, destinate
    esclusivamente ed irrevocabilmente all’esercizio del Warrant GEM, restando inteso che l’aumento di capitale al servizio del Warrant
    GEM è da eseguirsi entro e non oltre la scadenza del termine ultimo per l’esercizio del Warrant GEM.
    Informazioni sulla controparte
    GEM Global Emerging Markets Limited, (Global Emerging Markets), è stata fondata nel 1991. GEM è un fondo di investimenti alternativi che
    capitalizza 3,4 miliardi di dollari americani e ha completato 305 transazioni in 65 paesi. GEM gestisce diversi veicoli d’investimento
    nel mondo, tra i quali: CITIC/GEM Fund; VC Bank/GEM Mena Fund
    2
    ; Kinderhook; GEM Global Yield Fund; GEM India Advisors and
    GEM Brazil PE Fund.
    2
    (GEM ha ceduto la sua quota di Limited Partnership e General Partnership nel primo trimestre del 2010.)K.R.Energy S.p.A. è una holding di partecipazioni industriali, quotata alla Borsa di Milano, attiva nella produzione di energia da fonti rinnovabili.
    Il Gruppo K.R.ENERGY è un player nel settore dell’energia fotovoltaica e idroelettrica operando sia attraverso la realizzazione di progetti propri che
    attraverso processi di acquisizione e aggregazione con altri operatori del settore. Un attore integrato nella catena del valore dell’energia, le cui
    attività comprendono la progettazione, l’ingegnerizzazione e l’implementazione di soluzioni, anche innovative, finalizzate alla produzione di energia
    da fonti rinnovabili.
    Per ulteriori informazioni:
    Investor Relator
    Luca Lelli
    Tel. 02 305711
    E-mail: investor.relator@krenergy.it

  11. #100
    Senior Member L'avatar di Wild-Truck69
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    714
    Potenza Reputazione
    5
    Era lo stesso di antoniopignata.........

Pagina 10 di 12 PrimaPrima ... 89101112 UltimaUltima

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •